resoconto di una "bischerata"..

Area dedicata per i modelli con propulsione a pedali

resoconto di una "bischerata"..

da vincenzo volpi » 13/09/2013, 21:15

Dopo un paio d'anni di soddisfazione com il revo, mi sono voluto regalare anche la vela..
premetto che imbarco sempre un pò troppa roba: almeno quattro/cinque canne traina, Jigging, bolentino, bolognesina per passate col galleggiante,
a volte anche qualcosa per un pò di sub...oltre esche, cibo e viveri pere tutta la giornata.
Forse la vela era un pò troppo, inoltre , visto che le boline funzionavano benone, non stavo nemmeno ad allentare la cima della randa nel cambiarle, giacchè con la canna in mano perdevo un pò di tempo.
Lo stesso ho fatto per invertire ed andare con vento in poppa..
Risultato: doppia scuffiata completa, con la vela ancora tesa ..
Mi ero promosso skipper, e immediatamente mi sono degradato ad aiutosottomozzo..
ho disperso nel mare di Baratti un bel pò di attrezzatura e sul fondale due belle canne, che mi riprometto presto di recuperare, spolverando i miei trascorsi subacquei.
Tutto ciò per ricordare e soprattutto ricordarmi più prudenza e meno faciloneria, che in mare può essere davvero pericolosa..
Approfitto per chiedere a qualcuno consiglio sull'autocostruzione di elastici o soluzioni varie su come meglio assicurare tutta l'attrezzatura..

Saluti e autocommiserazione per la cretinata..
Avatar utente
MKF User
MKF User
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 09/09/2013, 9:04
Località: Vicchio
Kayak: hobie revolution 13 con kit velico + tandem bic per la famiglia + kayakkino nava per subacquea + un kayak javanautica per discesa fiume
Strumentazione: ecoscandagio lowrance
Record: spigola sui 3 kg a traina, soddisfazioni a bolentino con grandi paraghi e tante zuppe..

Re: resoconto di una "bischerata"..

da ciglio » 13/09/2013, 21:44

Vabbe',...l'importante e' che tu non ti sia fatto niente,....e comunque ogni errore e' una lezione di vita,...ogniuno di noi ha fatto i propri,...la mia scuffia con acqua a 9° per esempio mi e' servita a non prendere piu' sottogamba la sicurezza,....da quel giorno,..giubbetto di salvataggio,....e niente stivali di gomma.

x assicurare le canne e la varia attrezzatura,..io per esempio ho comprato quei cavetti telefonici a spirale,..dai cinesi x meno di un euro,..ho fissato alle estremita' dei moschettoni in acciaio inox e uno lofisso ai ponticelli del kk ,l'altro capo sull'attrezzatura,..ho poi il cordino reggipagaia e una pagaia ed un giubbetto di scorta nel gavone,.oltre ad un cambio d'abiti,..e accendini esche x il fuoco,..telo mylar di sopravvivenza etc etc tutto stivato in un sacco nero ben chiuso in attesa di comprare un altra sacca stagna......ora mi manca solo di costruirmi un paddlefloat....e naturalmente dietro al kk ho la bandierina arancione issata a 130 cm x la visibilita'.
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 6352
Iscritto il: 16/02/2013, 21:44
Località: pistoia
Kayak: Kaskazi skua ar e Ciglyak autocostruito da completare
Strumentazione: Cigliorade
Record: TRIGLIETTINE CON SABIKI -SPIGOLE CON ARTIFICIALE-SGOMBRI-tracine..LUCCIO DIVINO AL LAGO BILANCINO
SUB DI CIRCA 80 KG A QUERCIANELLA

Re: resoconto di una "bischerata"..

da Ade72 » 13/09/2013, 21:46

Da!!!i ogni tanto ci stà nà scuffiatina! Sono cose che vedrai non ti capiteranno più in condizioni normali, però effettivamente qualche laccetto salva attrezzatura, almeno l'hardware più importante è bene salvarlo! ;-iii
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2731
Iscritto il: 26/08/2012, 21:47
Località: Pescara
Kayak: RTM Disco+ anglesizzato by myself
Strumentazione: Eco: Garmin Echo150
Gps: Garmin 72H
Record: Serra 1,1 Kg Traina col Vivo

Re: resoconto di una "bischerata"..

da Marco » 13/09/2013, 22:57

ebbeè, finchè non si scuffia non ci si preoccupa di legare l'attrezzatura :D

è successo anche a me, da quel momento almeno le canne e la cassetta porta artificiali ecc.... le lego sempre.

segui il consiglio di ciglio, anche io più o meno uso quel sistema ;-iii (per le canne e nn per il telo di sopravvivenza, quello lo lascio a quel tipo in TV, come si chiama Bear o cosa ? :opopo )
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2798
Iscritto il: 22/07/2012, 22:03
Località: Matera
Kayak: Stealth Profisha 525
Strumentazione: Eco:Humminbird 718X
Gps : garmin Etrex H
Record: Palamita Kg 6,200

Re: resoconto di una "bischerata"..

da guest » 14/09/2013, 7:44

Sono contento che alla fine è andato tutto bene !!!!!! ;-iii .......... Lega tutto, perchè se è vero che in tanti in questo forum hanno pasturato con attrezzatura ,dopo però non hanno preso niente !! ;-) :lol:
:book Poi con calma , magari nella sezione giusta , ci devi raccontare qualcosa del kit velico . ;-iii
MKF Pro
MKF Pro
 
Messaggi: 2231
Iscritto il: 28/07/2012, 12:18
Kayak: na
Strumentazione: na
Record: na

Re: resoconto di una "bischerata"..

da ciglio » 14/09/2013, 9:46

Carlos ha scritto:Sono contento che alla fine è andato tutto bene !!!!!! ;-iii .......... Lega tutto, perchè se è vero che in tanti in questo forum hanno pasturato con attrezzatura ,dopo però non hanno preso niente !! ;-) :lol:
:book Poi con calma , magari nella sezione giusta , ci devi raccontare qualcosa del kit velico . ;-iii


:fot mhhhh :oioi :oioi :oioi mi sa' che dopo che ha rinunciato ai sogni in vetroresina Carlos ha sogni da ciclista--velista-- :no :no :dd :opopo :iot

Il telo di mylar ,..spero che non serva mai,....e' quel sottile foglio tutto argentato che a volte si vede nei film e che ha molteplici usi,....coprendocisi dopo un bagno fortuito in acqua fredda in inverno,....trattiene il calore corporeo poiche' il calore se ne va' dal nostro corpo anche sotto forma di onde che se trattenute ci forniscono tepore,....puo' servire anche a fare un riparo di fortuna a mo' di tenda che se ci accendi un fuocherello dentro anche se in un barattolo di latta,...ti fa' stare al caldo,....so' che e' una cosa estrema,...ma quando facevo softair con la squadra abbiamo partecipato ad un corso di sopravvivenza e sono cose che mi sono rimaste in mente,..come filtrare l'acqua con carbone e sabbia etc etc....
oltretutto il telo di mylar ripiegato prende posto come un rotolino piccolo di lenza http://www.amazon.it/Big-Bargain-imperm ... 749&sr=1-8 :bi :bi
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 6352
Iscritto il: 16/02/2013, 21:44
Località: pistoia
Kayak: Kaskazi skua ar e Ciglyak autocostruito da completare
Strumentazione: Cigliorade
Record: TRIGLIETTINE CON SABIKI -SPIGOLE CON ARTIFICIALE-SGOMBRI-tracine..LUCCIO DIVINO AL LAGO BILANCINO
SUB DI CIRCA 80 KG A QUERCIANELLA

Re: resoconto di una "bischerata"..

da Ade72 » 14/09/2013, 10:51

Quoto Ciglio! Nella mia scatola del prontosoccorso ne ho uno, tra l'altro è molto ben visibile e può essere usato per segnalazioni...ovviamente spero di non doverlo mai scartare dalla sua confezione originale! :mrgreen:
Avatar utente
Moderatore
Moderatore
 
Messaggi: 2731
Iscritto il: 26/08/2012, 21:47
Località: Pescara
Kayak: RTM Disco+ anglesizzato by myself
Strumentazione: Eco: Garmin Echo150
Gps: Garmin 72H
Record: Serra 1,1 Kg Traina col Vivo

Re: resoconto di una "bischerata"..

da vincenzo volpi » 14/09/2013, 11:01

Carlos ha scritto:Sono contento che alla fine è andato tutto bene !!!!!! ;-iii .......... Lega tutto, perchè se è vero che in tanti in questo forum hanno pasturato con attrezzatura ,dopo però non hanno preso niente !! ;-) :lol:
:book Poi con calma , magari nella sezione giusta , ci devi raccontare qualcosa del kit velico . ;-iii


Il kit velico è efficace e divertente.
Più che per la traina, (magari anche con vento regolare..) torna assai utile per poter allungare di molto le distanze possibili, in più gratis e godendosi il mare davvero..
Un'accortezza utile e fondamentale: provvedere ad un sistema per ridurre o chiudere la vela arrotolandola tramite una cima precedentemente fissata all'albero in modo appropriato..
Appena posso cercherò di postare la soluzione che ho adottato.
Inoltre va predisposto una "strozza " sul lato destro del Kayak: niente di particolare, bastano due viti.
Serve per bloccare la cima della randa ed avere libere le mani.
Per sbloccarla è sufficente una trazione della cima, che si libera immediatamente (evitando così rischi di scuffiate...)
Mi riprometto di tornare con calma sulla mia esperienza in merito, così da evitare a qualcuno che voglia proparla i miei errori..
Saluti a tutti
Avatar utente
MKF User
MKF User
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 09/09/2013, 9:04
Località: Vicchio
Kayak: hobie revolution 13 con kit velico + tandem bic per la famiglia + kayakkino nava per subacquea + un kayak javanautica per discesa fiume
Strumentazione: ecoscandagio lowrance
Record: spigola sui 3 kg a traina, soddisfazioni a bolentino con grandi paraghi e tante zuppe..

Re: resoconto di una "bischerata"..

da boxer » 14/09/2013, 18:21

pensavo che il kit velico hobie avesse già il sistema di arrotolamento.( una gran comodità & sicurezza se il vento tende a rinforzarsi)

[youtubecode]MsUtM6dCJZ4[/youtubecode]


https://www.google.it/search?q=video+yo ... e&ie=UTF-8
vari tipi di modifiche


poi se vuoi ridurrere ulteriormente la possibilità di scuffiare .... [youtubecode]6BhBgKLkkbo[/youtubecode] con pochi mq di vela con un po' di vento fresco o una raffichetta , la scuffiata è dietro l'angolo! Nelle derive classiche c'è lo spostamento del peso degli occupanti a controbilanciare ....ma nel kayak dove siamo seduti immobili come salami .....dove spostiamo il peso ?? ed ecco che arriva la scuffia !!
allora subito una preventiva riduzione/avvolgimento più o meno parziale della vela ( furling ) ...e se c'è qualche banana gonfiabile a compensare è anche meglio.
Ultima modifica di boxer il 14/09/2013, 22:02, modificato 2 volte in totale.
Avatar utente
MKF Pro
MKF Pro
 
Messaggi: 2067
Iscritto il: 17/09/2012, 13:35
Località: Roma
Kayak: hobie tandem island
Strumentazione: ECO Lowrance Elite 5x
Record: n.a.

Re: resoconto di una "bischerata"..

da guest » 14/09/2013, 19:59

Mi piace sto kit ;-iii ...... quindi le pinnette fanno anche da deriva ???? :oioi :oioi

PS sarebbe stato bello aprire un post dedicato però ;-) ....vero Antò !! :f :f .........
MKF Pro
MKF Pro
 
Messaggi: 2231
Iscritto il: 28/07/2012, 12:18
Kayak: na
Strumentazione: na
Record: na

Re: resoconto di una "bischerata"..

da vincenzo volpi » 15/09/2013, 19:07

Effettivamente per ridurre o avvolgere la vela non c'è niente di predisposto dalla Hobie.
In rete è possibile trovare varie soluzioni personali..
In sostanza si tratta di avvolgere una cima sull'albero.
Tirandola , la vela ruota e si avvolge sull'albero stesso.
Non è affatto facile scuffiare, io mi ci sono proprio impegnato..
E non servono neppure le due brutte bananotte laterali come sbabilizzatori.
Sulla bolina con vento sostenuto, se uno si vuol divertire, si può tranquillamente controbilanciare l'eventuale inclinazione, sempre per altro assai relativa.
il problema casomai può essere sulla virata per tornare col vento alle spalle, a poppa.
E lì cheho fatto un erroraccio per troppa fretta e confidenza, non allentando la vela e beccando una raffica con vela tesa e vento completamente laterale al kayak..
basta mollare la cima della randa, mettendo al bando la vela, che diventa una bandiera svolazzante ma non pericolosa, girare la barca con i pedali, e tendere nuovamente la vela dell'intensità voluta.
Con troppo vento si può naturalmente, ridurla, chiuderla, o addirittura toglierla e riporla lateralmente, come una pagaia, con una certa facilità.

Comunque daccordissimo pere aprire uno spazio dedicato.
Avatar utente
MKF User
MKF User
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 09/09/2013, 9:04
Località: Vicchio
Kayak: hobie revolution 13 con kit velico + tandem bic per la famiglia + kayakkino nava per subacquea + un kayak javanautica per discesa fiume
Strumentazione: ecoscandagio lowrance
Record: spigola sui 3 kg a traina, soddisfazioni a bolentino con grandi paraghi e tante zuppe..

Re: resoconto di una "bischerata"..

da boxer » 15/09/2013, 21:39

dimenticavo per la virata : cioè andare nella direzione del vento ( la strambata è allontanarsi dal vento) è il modo giusto per tornare indietro e devi accompagnarla con i pedali prendendo spunto di velocità ed abbrivio e arrivare al cambio mure il più velocemente possibile .....altrimenti si è in balia del mare vento in quanto la peggior cosa è essere fermi senza GAS e Motore.

evita sempre di avere vento in poppa ( vento ore 6.00) al massimo al gran lasco ( vento ore 4.30 o 7.30) ....meglio è avere il vento al trasverso cioè al nostro fianco ore 3.00 o ore 9.00 il tutto a costo di andare a zig zag nel mare ( rotta tipica delle barche a vela)

ps)le banane son brutte ma comode e danno sicurezza in caso di imprevisto non programmato che ci coglie di sorpresa.
per esempio oggi avresti probabilmente ancora tutta l'attrezzatura a bordo.
Avatar utente
MKF Pro
MKF Pro
 
Messaggi: 2067
Iscritto il: 17/09/2012, 13:35
Località: Roma
Kayak: hobie tandem island
Strumentazione: ECO Lowrance Elite 5x
Record: n.a.

Re: resoconto di una "bischerata"..

da vincenzo volpi » 16/09/2013, 12:50

boxer ha scritto:dimenticavo per la virata : cioè andare nella direzione del vento ( la strambata è allontanarsi dal vento) è il modo giusto per tornare indietro e devi accompagnarla con i pedali prendendo spunto di velocità ed abbrivio e arrivare al cambio mure il più velocemente possibile .....altrimenti si è in balia del mare vento in quanto la peggior cosa è essere fermi senza GAS e Motore.

evita sempre di avere vento in poppa ( vento ore 6.00) al massimo al gran lasco ( vento ore 4.30 o 7.30) ....meglio è avere il vento al trasverso cioè al nostro fianco ore 3.00 o ore 9.00 il tutto a costo di andare a zig zag nel mare ( rotta tipica delle barche a vela)

ps)le banane son brutte ma comode e danno sicurezza in caso di imprevisto non programmato che ci coglie di sorpresa.
per esempio oggi avresti probabilmente ancora tutta l'attrezzatura a bordo.



Grazie degli utili consigli..
Effettivamente sono molto più esperto in subacquea, sarà per quello che tendo ad a rinfilarmi in acqua..
Comunque mi è servito: sto già provvedendo per assicurare più attrezzature possibile..
Avatar utente
MKF User
MKF User
 
Messaggi: 14
Iscritto il: 09/09/2013, 9:04
Località: Vicchio
Kayak: hobie revolution 13 con kit velico + tandem bic per la famiglia + kayakkino nava per subacquea + un kayak javanautica per discesa fiume
Strumentazione: ecoscandagio lowrance
Record: spigola sui 3 kg a traina, soddisfazioni a bolentino con grandi paraghi e tante zuppe..


Chi c’è in linea
Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite